Abu Dhabi, svelato il design di teamLab Phenomena: la “casa delle curiosità infinita”

Un museo multisensoriale dove le opere d’arte sono create dagli stessi fenomeni ambietnale, ecco teamLab Phenomena, l’ultima creazione di AbuDhabi

credits teamLab Phenomena Abu Dhabi – by Dipartimento di Cultura e Turismo – Abu Dhabi (DCT Abu Dhabi)

Il progetto di teamLab Phenomena sarà completato entro il 2024

(Rinnovabili.it) – Abu Dhabi si conferma quale punto di riferimento della sperimentazione e dell’innovazione anche con l’ultimo arrivato: lo spazio artistico teamLab Phenomena, un luogo immersivo e stimolante che intreccia tecnologia ed arte.

Ideato dal collettivo artistico con sede a Tokyo teamLab, il nuovo centro sorgerà nel Distretto culturale Saadiyat entro il 2024.

Voluto dal Dipartimento della Cultura e del Turismo di Abu Dhabi e Miral, il teamLab Phenomena si affiancherà nientemeno che al Louvre AbuDhabi e al Guggenheim Abu Dhabi.

Opere d’arte create dall’ambiente circostante

teamLab Phenomena
credits teamLab Phenomena Abu Dhabi – by Dipartimento di Cultura e Turismo – Abu Dhabi (DCT Abu Dhabi)

All’interno dei suoi 17.000 mq l’architettura trasporterà i visitatori in un viaggio sensoriale attraverso un approccio diverso del mondo naturale che ci circonda. Le opere d’arte presentate sono realizzate e modellate dall’ambiente stesso e si evolveranno liberamente ed organicamente cambiando ogni volta che si visita la struttura.

Leggi anche Museum of the future Dubai, creatività ed efficienza allo stato puro

“I visitatori saranno immersi in un mondo che cambia ed evolve organicamente grazie alla partecipazione e alle azioni dei soggetti presenti, ed è proprio questa esperienza fisica che può espandere il nostro senso di valore. Il futuro si costruisce sulla grande somma delle creazioni delle persone. La curiosità spinge le persone verso una comprensione più profonda del mondo e porta alla creatività. Crediamo che sia l’immaginazione a decidere le sorti di questa creatività. La nostra speranza è che teamLab Phenomena Abu Dhabi crei opportunità per far sviluppare la curiosità e l’immaginazione”, commenta Toshiyuki Inoko, fondatore di teamLab.

Il museo culturale non avrà confini. Elementi come aria, acqua e luce si trasformano in opere d’arte grazie al contributo dei creativi, dei matematici, degli ingegneri e degli architetti del teamLab.

Vista la complessità del tema, il progetto verrà lanciato in anteprima dal 24 giugno al 17 luglio nel distretto culturale di Al Saadiyat ad Adu Dhabi. In questa occasione i visitatori potranno toccare con mano il concetto di “curiosità infinita” e sperimentare queste opere d’arte immersive.

L’architettura stessa dell’edificio sembra essere stata modellata dal vento, con forme morbide e levigate. Gli aspetti della sostenibilità non saranno tralasciati, prevedendo l’impiego di energia pulita e riduzione dei consumi energetici. Particolarmente consistenti in questo territorio soprattutto per quanto riguarda il raffrescamento.

Articolo precedenteToo Good To Go, secondo report di sostenibilità
Articolo successivoSiccità, l’Italia verso il razionamento dell’acqua anche di giorno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui