Bonus facciate: si alla sostituzione dei parapetti, no all’illuminazione notturna

Precisazione dall’AdE sul bonus facciate, si al cambio parapetti, le tende avvolgibili solo se sono opera accessoria, esclusa invece l’illuminazione notturna.

Foto di <a href="https://pixabay.com/it/users/michoff-10798847/?utm_source=link-attribution&utm_medium=referral&utm_campaign=image&utm_content=4036809">MICHOFF</a> da <a href="https://pixabay.com/it/?utm_source=link-attribution&utm_medium=referral&utm_campaign=image&utm_content=4036809">Pixabay</a>
Foto di MICHOFF da Pixabay

L’Agenzia delle Entrate chiarisce quali sono i lavori ammessi al Bonus Facciate

(Rinnovabili.it) – Dall’Agenzia delle Entrate arriva un altro importante chiarimenti riguardante le detrazioni fiscali, in questo caso si tratta degli interventi ammessi al Bonus Facciate.

La domanda arriva da un condominio che intende avvalersi della detrazione per alcuni interventi riguardanti l’involucro esterno di due blocchi da 360 unità abitative.

Gli interventi che vorrebbero eseguire sono:

  • sostituzione dei parapetti presenti nei balconi;
  • il rifacimento delle tende avvolgibili, compatibili tecnicamente ed esteticamente con le nuove balaustre;
  • il sistema di illuminazione notturna.

Gli interventi ammessi al Bonus Facciate

Secondo quanto stabilito dall’articolo 1 della Legge di Bilancio 2020 e dalle successive modifiche, gli interventi che hanno accesso alla detrazione riguardano edifici ubicati in zona A o B, o in zone a queste assimilabili in base alla normativa regionale e ai regolamenti edilizi comunali.

Ai fini del bonus le spese detraibili sono:

  • quelle finalizzate al “recupero o restauro della facciata esterna devono essere realizzati esclusivamente sulle “strutture opache della facciata, su balconi o su ornamenti e fregi;
  • per lavori non di sola pulitura o tinteggiatura esterna, ma riguardanti interventi influenti dal punto di vista termico o che interessino oltre il 10 % dell’intonaco della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio, si dovranno rispettare precisi valori di trasmittanza;
  • le spese sostenute per i costi strettamente collegati alla realizzazione degli interventi ammessi al bonus facciate;
  • interventi riguardanti lavori aggiuntivi, come lo smontaggio o rimontaggio delle tende solari, o la totale sostituzione delle stesse nel caso in cui ciò si rendesse necessario per motivi tecnici, trattandosi di opere accessorie e di completamento dell’intervento di isolamento delle facciate esterne nel suo insieme i cui costi sono strettamente collegati alla realizzazione dell’intervento edilizio stesso.

Inoltre è bene precisare che tutti i lavori vanno eseguiti sulle facciate esterne dell’edificio, o comunque superfici verticali opache visibili da suolo pubblico.

Il caso in oggetto

Per l’agenzia delle Entrate non tutti gli interventi che intenderà eseguire il condominio sono detraibili.

Parapetti

Sono ammesse al bonus facciate le spese per i lavori riguardanti i parapetti sull’involucro esterno visibile dell’edificio, come precisato dalla circolare 2/E del 2020.

Tende

Non potranno essere agevolati invece i lavori per il rifacimento delle tende avvolgibili salvo che, sulla base di presupposti tecnici, risultino “aggiuntivi” all’intervento edilizio come opere accessorie e di completamento dello stesso.

Illuminazione notturna

Niente da fare per l’illuminazione notturna, non essendo un intervento volto a migliorare il decoro urbano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui