Bonus mobili, la detrazione si può usare per installare una porta blindata?

Quando è possibile utilizzare il bonus mobili e grandi elettrodomestici? La sostituzione di una porta di un appartamento con una porta blindata da diritto alla detrazione del 50%

bonus mobili
Foto di Paolo Trabattoni da Pixabay

La risposta del Fisco ad un contribuente

(Rinnovabili.it) – Sostituire una porta di un appartamento con una porta blindata, da diritto alle detrazioni fiscali previste dal Bonus Mobili? L’interessante quesito, che potrebbe riguardare tutti noi, è stato posto da un contribuente all’Agenzia delle Entrate proprio in questi giorni.

Prima di tutto è bene ricordare che il Bonus Mobili da diritto ad una detrazione Irpef del 50% sulle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici finalizzati alla ristrutturazione di un immobile, e sostenute tra il 2022 e il 2024.

La detrazione spetta perciò per l’acquisto di mobili nuovi grandi elettrodomestici nuovi di classe energetica non inferiore alla A+, (A o superiore per i forni e lavasciuga), per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica. Per fare un esempio concreto rientrano tra i mobili agevolabili letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, nonché i materassi e gli apparecchi di illuminazione che costituiscono un necessario completamento dell’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione.

Come specifica l’Agenzia delle Entrate nella pagina dedicata proprio al Bonus mobili, non sono agevolabili, invece, gli acquisti di porte, di pavimentazioni (per esempio, il parquet), di tende e tendaggi, nonché di altri complementi di arredo.

La porta blindata rientra nelle spese agevolabili con il Bonus Mobili?

Entrando nel merito della domanda posta dal contribuente, il Fisco ha ricordato che per tutti gli interventi relativi all’adozione di misure “finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi” si ha diritto ad una detrazione del 50% per interventi di recupero del patrimonio edilizio e riqualificazione energetica degli edifici, secondo quanto stabiliti dall’art.16bis del TUIR. Di conseguenza anche per il montaggio di una porta blindata o rinforzata.

Leggi anche Bonus edilizi strutturali per i prossimi 30 anni: la Filiera delle Costruzioni ha le idee chiare

Attenzione, l’utilizzo di questa detrazione però non consente di per sé di richiedere anche il Bonus Mobili. Per poter procedere in questa direzione la misura di prevenzione, ovvero l’installazione della porta blindata, deve poter essere inserita in un intervento di manutenzione ordinaria, straordinaria, restauro o risanamento conservativo o ristrutturazione edilizia. Solo in questi casi si avrà diritto anche alla detrazione per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, così come indicato nella circolare n.10/2014.

Articolo precedenteBulgari, l’economia circolare è una realtà
Articolo successivoPE: stazioni di ricarica elettrica ogni 60km e di H2 ogni 100km

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui