Guida Superbonus 110%: il Fisco pubblica la versione aggiornata

Con la guida al Superbonus 110% aggiornata a settembre 2021, l’Agenzia delle Entrate chiarisce le semplificazioni introdotte, gli interventi ammessi e la revoca dei benefici

Foto di <a href="https://pixabay.com/it/users/amigos3d-2257343/?utm_source=link-attribution&utm_medium=referral&utm_campaign=image&utm_content=3480187">Jean-Paul Jandrain</a> da <a href="https://pixabay.com/it/?utm_source=link-attribution&utm_medium=referral&utm_campaign=image&utm_content=3480187">Pixabay</a>
Foto di Jean-Paul Jandrain da Pixabay

La Guida al Superbonus fa seguito agli aggiornamenti già presentati come la Guida al Bonus Facciate

(Rinnovabili.it) – E’ stata finalmente pubblicata la nuova Guida al Superbonus 110% realizzata dall’Agenzia delle Entrate con le ultime novità introdotte dopo la conversione in legge del Dl n. 77/2021 (decreto Semplificazioni bis).

Al centro dell’interesse comune sono sicuramente le nuove semplificazioni introdotte dal dl sulla documentazione per l’esecuzione degli interventi. A queste si aggiungo poi i chiarimenti legati agli interventi di demolizione e ricostruzione ancora poco chiari e le innumerevoli domande ed istanze presentate all’Agenzia negli scorsi mesi.

Gli interventi asseverabili e le novità

In particolare, è stato previsto che gli interventi che danno diritto al Superbonus, compresi quelli riguardanti le parti strutturali degli edifici o i prospetti, ma esclusi quelli che comportano la demolizione e la ricostruzione degli edifici, costituiscono “manutenzione straordinaria” e sono realizzabili mediante Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata (CILA). Importatnte ricordare che la presentazione della CILA non richiede l’attestazione di stato legittimo previsto dal Dpr 380/2001.

Per le opere già classificate come attività di edilizia libera è richiesta solo la descrizione dell’intervento, mentre per le Varianti in corso d’opera sarà sufficiente comunicarle a fine lavori con una integrazione della CILA.

A chi spetta il Superbonus, interventi Trainanti e Trainati

Come ormai abbiamo imparato a conoscere, il Superbonus spetta per le spese sostenute per interventi effettuati su parti comuni di edifici, su unità immobiliari funzionalmente indipendenti e con uno o più accessi autonomi dall’esterno, site all’interno di edifici plurifamiliari, nonché sulle singole unità immobiliari. Gli interventi ammessi alla detrazione sono i cosiddetti interventi trainanti:

  • isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali e inclinate dell’involucro. Tra questi rientrano anche gli interventi per la coibentazione del tetto senza limitare il concetto di superfici disperdente al locale sottotetto.
  • sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti
  • interventi antisismici (cd. sismabonus).

Leggi anche Bonus facciate: la nuova guida dell’Agenzia delle Entrate

Il Superbonus spetta anche per le seguenti ulteriori tipologie di interventi, ovvero quelli trainati, ovviamente a condizione che siano eseguiti assieme ad almeno uno degli interventi trainanti di cui sopra:

  • interventi di efficientamento energetico rientranti nell’ecobonus, nei limiti di spesa previsti dalla legislazione vigente per ciascun intervento (cfr. Tabella n. 1)
  • quelli finalizzati alla eliminazione delle barriere architettoniche,
  • l’installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici;
  • installazione di impianti solari fotovoltaici
  • l’installazione contestuale o successiva di sistemi di accumulo integrati negli impianti solari fotovoltaici agevolati.

Come decadono i benefici

Attenzione a non perdere il diritto alle agevolazioni. I benefici fiscali infatti decadono in caso di :

  • mancata presentazione della CILA
  • realizzazione degli interventi in difformità della CILA
  • l’assenza dell’attestazione dei dati che la CILA deve contenere
  • la non corrispondenza al vero di attestazioni e asseverazioni.

L’ultima parte della Guida al Superbonus 110% è riservata alle domande e risposte più comuni, molte delle quali sottoposte direttamente all’Agenzia delle Entrate negli ultimi mesi, per chiarire il panorama complesso ed estremamente variegato delle detrazioni fiscali al momento attive.
La guida completa la trovi qui.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui