I grattacieli post pandemia: Heatherwick riprogetta le 2 torri di Vancouver

Balconi più grandi, maggiore visibilità, appartamenti più grandi e colore verde, cambia completamente il progetto di Heatherwick per i grattacieli siti al 1700 di Alberni Street in Vancouver

heatherwick
Credits: @wearenarrativ

La parola chiave di questo progetto di Heatherwick è aprirsi al paesaggio

(Rinnovabili.it) – Cambio di rotta e di design per il progetto dell’architetto britannico Thomas Heatherwick delle due torri residenziali di Vancouver.

Collocati al 1700 di Alberni Street, da cui prendono il nome, i due grattacieli hanno subito un radicale restyling nel loro aspetto per adattare gli appartamenti alle nuove esigenze imposte dalla pandemia.

Se prima ricordavano due bottiglie capovolte rastremate verso il basso, ora l’involucro disegnato da Heatherwick si ammorbidisce ed amplia gli spazi.

Heatherwick
Le due torri prima del restyling – Credits: @wearenarrativ

“Abbiamo riflettuto a lungo e intensamente su come il nuovo design dovrebbe adattarsi a ciò che sentiamo non solo a Vancouver, ma in tutto il mondo su ciò che le persone si aspettano sempre più dalle loro città”, ha commentato l’architetto Thomas Heatherwick in merito al nuovo progetto.

Aprirsi al paesaggio

Credits: @wearenarrativ

Dopo il lockdown l’idea convenzionale della casa si è completamente trasformata. Gli spazi che prima erano di passaggio si sono trasformati in luoghi dove lavorare e trascorrere buona parte della propria giornata. E’ per questo che i 384 nuovi appartamenti delle torri da 30 piani di Vancouver, lasciano così ampio spazio alle terrazze esterne. L’involucro è alleggerito ed una buona percentuale della superficie esterna è vetrata per massimizzare la luce naturale che penetra all’interno. I materiali saranno scelti con attenzione, affidandosi a sostenibilità e benessere.

Anche la collocazione delle due torri è cambiata, per lasciare maggiore spazio tra un edificio e l’altro ed aprire la vista sul paesaggio naturale circostante. Una parte dei finanziamenti è stata destinata alla riqualificazione del parco verde esterno, aperto anche alla città.

Accanto agli appartamenti, 1700 Alberni lascerà spazio ad una piscina, una palestra, una spa e altre strutture per il benessere, oltre a un ristorante e un mix di spazi esterni coperti e scoperti.

Leggi anche Shanghai inaugura il centro commerciale “1000 Trees”

Articolo precedenteDa Nissan in arrivo una nuova auto elettrica compatta
Articolo successivoLa micromobilità condivisa prende piede su Google Maps

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui