PNRR 2: le novità per il Sismabonus acquisti 110%

Proroga di 6 mesi per il sismabonus acquisti 110%, obbligo di POS e fattura elettronica per tutti i professionisti. Alcune novità introdotte dalla legge PNRR 2

La novità introdotte dal PNRR 2 sono entrate in vigore il 30 giugno 2022

pnrr2
Foto di Arek Socha da Pixabay

(Rinnovabili.it) – Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della legge di conversione 29 giugno 2022, n. 79 anche conosciuta come PNRR 2, si aprono alcune novità per i professionisti e in materia di sismabonus acquisti.

La legge prevede la proroga di 6 mesi del super sismabonus acquisti 110%: ovvero gli acquirenti che hanno stipulato un contratto preliminare di compravendita dell’immobile antisismico entro il 30 giugno 2022, avranno tempo fino al 31 dicembre 2022 per l’atto definitivo. Ad alcune condizioni però, che siano stati corrisposti acconti tramite sconto in fattura e che abbiano maturato il relativo credito d’imposta. Bisogna inoltre aver ottenuto la dichiarazione di ultimazione dei lavori strutturali, il collaudo e l’asseverazione che attesti il raggiungimento del miglioramento sismico. L’immobile deve inoltre essere accatastato almeno in categoria F/4.

Leggi anche Il decreto PNRR 2 è legge, le novità per l’energia

Novità anche per i professionisti

Attenzione, il PNRR 2 introduce novità anche per i professionisti. Dall’entrata in vigore della Legge, ovvero dal 30 giugno 2022, parte l’obbligo di accettare pagamenti elettronici dotandosi quindi di un POS. La sanzione per coloro che si rifiuteranno partono da 30 euro con una maggiorazione del 4% del valore della transazione negata.

Entro il 1° gennaio 2024 sarà poi esteso progressivamente l’obbligo di fatturazione elettronica a tutti i professionisti. A partire dal 1° luglio 2022 i primi interessati dal provvedimento saranno coloro che nell’anno precedente hanno percepito ricavi superiori ai 25mila euro progressivamente le novità riguarderanno anche la fatturazione elettronica.

Articolo precedenteDL Aiuti: golden power su geotermia e fotovoltaico “turistico”
Articolo successivoBando PNRR: 21 milioni per salute, ambiente, biodiversità e clima

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui