Riforma Edilizia, formata la Commissione che riscriverà il Testo

Il mims ha formato la Commissione che si occuperà di riscrivere il Testo Unico Edilizia in materia di pianificazione, standard urbanistici ed edili.

riforma edilizia
via depositphotos.com

(Rinnovabili.it) – Sono stati annunciati i nomi dei 22 componenti della Commissione che daranno il via alla riforma edilizia, per riscrivere il Testo Unico, rivedere il Dpr n.380/2001, la Legge n.1150/1942 e le relative norme attuative.

Con il Decreto il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile (Mims), Enrico Giovannini, da seguito al disegno di legge delega per il Riordino delle disposizioni legislative in materia di costruzioni (DDL 1679/S) al quale hanno partecipato attivamente anche tutte le associazioni di settore.

Il compito della Commissione

La commissione speciale avrà tempo sei mesi per elaborare “uno o più schemi di provvedimento finalizzati alla riforma organica dei principi di legislazione statale in materia di pianificazione del territorio e standard urbanistici, nonché al riordino e alla modifica delle disposizioni contenute nel Testo unico dell’edilizia”, recita il decreto.

Gli obiettivi della riforma edilizia sono molteplici:

  • individuare i limiti costituzionali alla legislazione statale in materia urbanistica ed edilizia, tenendo conto della giurisprudenza costituzionale, dell’autonomia garantita alle Regioni ed ai Comuni;
  • identificare gli obiettivi ed i limiti per la legislazione nazionale derivanti dai valori e dagli obblighi assunti dall’Italia a livello internazionale e nell’Unione europea per definire gli obiettivi specifici dell’Agenda ONU 2030 per lo sviluppo sostenibile, del programma unionale Next Generation EU, del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza;
  • Identificare obiettivi per il contenimento del consumo di suolo e di promozione della rigenerazione urbana tenendo conto dell’evoluzione demografica ed economica del Paese;
  • Ricostruire la legislazione statale in materia di urbanistica identificando i profili attuali e quelli inadeguati;
  • Semplificare, snellire e ridefinire i concetti essenziali legati ad urbanistica ed edilizia rendendoli coerenti e facilmente comprensibili da parte dei cittadini
  • individuare le criticità dell’attuale disciplina delle costruzioni, per semplificare le procedure procedure autorizzatorie, di limitazione del consumo di suolo e di armonizzazione con le altre normative di settore, e la elaborazione delle consequenziali proposte di modifica delle disposizioni del d.P.R. n. 380/2001;
  • selezionare le best practices regionali di innovazione legislativa da poter applicare a livello statale;
  • fissare principi metodologici per garantire la digitalizzazione continuativa, la custodia e la consultazione pubblica dei dati relativi all’assetto territoriale e alla regolazione.

I componenti della commissione

  • Pres. Raffaele Greco (Consiglio di Stato, esperto presso la Struttura tecnica di missione del Ministero), con funzioni di Presidente;
  • Cons. Massimiliano Atelli (Corte dei Conti);
  • Prof. Bruno Barel (Università di Padova);
  • Prof. Stefano Boeri (Politecnico di Milano);
  • Prof. Beniamino Caravita di Toritto (Università La Sapienza Roma);
  • Arch. Oscar Girotto (Libero professionista);
  • Prof. Francesco Karrer (Libero professionista, già Università degli Studi di Roma);
  • Prof.ssa Francesca Moraci (Università Mediterranea Reggio Calabria);
  • Prof.ssa Laura Ricci (Università La Sapienza Roma);
  • Arch. Elvio Rostagno (Libero professionista);
  • Pres. Diego Sabatino (Consiglio di Stato);
  • Prof. Stefano Stanghellini (Università di Venezia);
  • Prof. Paolo Urbani (Università Roma 3 e LUISS);
  • Prof.ssa Elisa Valeriani (Università di Modena e Reggio Emilia);
  • Prof. Ruggiero Dipace (Università degli Studi del Molise);
  • Prof. Fabio Giglioni (Università “La Sapienza” di Roma);
  • Arch. Vincenzo Russo (Reg. Campania – Conf. delle Regioni e delle Province autonome);
  • Arch. Silvia Risso (Reg. Liguria – Conf. delle Regioni e delle Province autonome);
  • Dott. Simone Busoni (UPI – Unione Province d’Italia);
  • Dott. Fabio Poggioli (UPI – Unione Province d’Italia);
  • Prof.ssa Carla Tedesco (ANCI – Associazione Nazionale dei Comuni Italiani);
  • Dott.ssa Stefania Dota (ANCI – Associazione Nazionale dei Comuni Italiani).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui