I visionari del World Architecture Festival

Rispondono allo slogan “Resetting the City” i progetti finalisti del World Architecture Festival: dalla spirale a verde pensile sulle montagne Svizzere, all’isola artificiale net zero di Manhattan.

Carolina Panthers Training Facility by Populous Photo credit: World Architecture Festival
Carolina Panthers Training Facility by Populous Photo credit: World Architecture Festival

Oltre all’annuncio dei finalisti, sono stati premiati i 12 “Future project”

(Rinnovabil.it) – Il World Architecture Festival è uno dei più prestigiosi premi internazionali assegnati in campo architettonico, che ogni anno attira anche le principali archistar globali. Il tema scelto per quest’anno è “Resetting the City: Greening, Health and Urbanism” e ha permesso ai partecipanti di cimentarsi in sfide che vanno dalla riprogettazione del paesaggio desertico di Abu Dhabi, fino all’ultimo luxury grattacielo di Singapore, dal museo a spirale sulle montagne svizzere fino all’isola artificiale per Manhattan. Quasi 500 i progetti che hanno avuto accesso alla shortlist finale suddivisi tra edifici completati, progetti futuri e paesaggistici, rispettivamente focalizzati sui più importanti temi contemporanei, quali il riciclo, l’efficienza energetica, il social housing, l’aspetto culturale, i trasporti , e molto altro ancora. I vincitori verranno premiati in occasione del Festival che si terrà a Lisbona dal 1 al 3 dicembre 2021.

Leggi anche Expo 2020 Dubai: le risposte globali a sostenibilità, opportunità e mobilità

Tra i nomi più conosciuti selezionati per la finale del World Architecture Festival anche B.I.G. Architecture, Zaha Hadid Architects, Foster + Partners, Rafael Viñoly Architects, Grimshaw Architects and Skidmore, Owings & Merrill (SOM). Oltre a diventare una vetrina sulle nuove possibilità architettoniche, il festival si ripropone di dare risposte concrete a problemi reali ormai diffusi a livello globale. La shortlist completa la trovate qui.

World Architecture Festival X e i visionari del futuro

Accanto alle opere realizzate c’è un panorama di visionari che cerca di reinterpretare il futuro, plasmandolo sulle nuove esigenze del nostro stile di vita. Anche in questo campo il World Architecture Festival si fa precursore, selezionando i dodici progetti più innovativi riguardanti temi assolutamente attuali: emergenza climatica, l’equità sociale l’identità culturale, il controllo della pandemia e l’invecchiamento della popolazione.

'#WeThePlanet Campus' di 3deluxe
#WeThePlanet Campus credits: 3deluxe

Tra i vincitori anche il Museo Nazionale degli Emirati Arabi firmato Foster +Partners e il futuristico progetto per una piattaforma galleggiante al largo di New York completamente net zero e studiata per ospitare workshop dedicati alla sostenibilità ed all’efficienza.

Scopri tutti i progetti qui.

Articolo precedenteLa bioraffineria di domani? Dal greggio agli scarti d’uva, cicoria e cipolle
Articolo successivoI danni delle specie invasive in Europa crescono di 10 volte ogni decennio

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui