Con MOVEUS anche la mobilità si affida al cloud computing

Sfruttare il cloud computing per offrire servizi informativi che facilitino la scelta di mezzi di trasporto green. Questo l’obiettivo del progetto MOVEUS

mobilità green col cloud computing(Rinnovabili.it) – I vantaggi del cloud computing sono da tempo ormai riconosciuti. Il futuro dell’ITC è nelle sue mani e pensare di poter appoggiare sulle nuvole anche numerosi altri servizi ci fa credere che ottenere risparmio energetico e maggiore efficienza sarà sempre più facile. Gestire i dati in cloud è più facile e veloce e permette di accedere ai contenuti da ogni luogo semplicemente utilizzando uno smartphone.

Per dare ancora maggiore efficienza sia energetica sia di fruizione dei dati  la Commissione Europea ha deciso di finanziare, nell’ambito del 7° Programma Quadro, il progetto MOVEUS.

che, iniziato ad ottobre 2013, prevede di migliorare la progettazione, implementare, sperimentare e sfruttare il cloud compunting integrato per migliorare la mobilità nelle città europee.

“Vogliamo offrire servizi intelligenti e personalizzati di informazione di viaggio, aiutando le persone a decidere la migliore scelta di trasporto e fornire un feedback significativo sui risparmi di efficienza energetica ottenuti”, ha spiegato il team di progetto ricordando l’importanza della mobilità sostenibile. Per favorire la scelta di mezzi green di spostamento il progetto ha ricordato la possibilità di usufruire di incentivi ad hoc di supporto per chi sceglierà di spostarsi in bicicletta o a piedi ma anche per chi, dovendo affrontare viaggi più lunghi, sceglierà un mezzo in car sharing o i mezzi di trasporto pubblici. In grado di ricevere ed inviare informazioni il cloud e i mezzi green potranno offrire al viaggiatore informazioni importanti su traffico e tempi di percorrenza permettendo di ottimizzare i tempi e i costi di spostamento, con un conseguente guadagno in termini di consumo di carburante e quindi di emissioni inquinanti rilasciate. Inoltre queste informazioni potranno essere utilizzate per la redazione di report sulla mobilità, il traffico e la fruibilità dei servizi con la possibilità di calcolare anche in che modo un cittadino può spostarsi in maniera più green.

Il consorzio MOVEUS, composto di 11 consorzi provenienti da Italia, Finlandia, Spagna e Regno Unito, fornirà non solo la piattaforma di gestione della mobilità cloud-based ma anche un tool kit agli sviluppatori del processo oltre a programmi specifici e App per smartphone che permetteranno ai consumatori di di conoscere in tempo reale le informazioni di cui necessitano. Il progetto sarà testato a Madrid, Tampere e Genova fino a settembre 2016.