Francia, piano di ripresa: oltralpe si punta sulle infrastrutture ferroviarie

In Francia, solo il 9% del mercato del trasporto merci è su ferro. Molto poco rispetto alla media europea del 18%. Per questo si pensa a nuove infrastrutture e a tariffe agevolate.

Infrastrutture ferroviarie
Credits: Peter H da Pixabay

La Francia lancia un piano di infrastrutture ferroviarie per dire addio al trasporto merci su gomma

(Rinnovabili.it) – Ieri, il primo ministro francese, Jean Castex, ha lanciato un piano di sviluppo volto a garantire la riduzione dell’impronta di carbonio del paese. Nello specifico, il leader del governo d’oltralpe ha promesso di sviluppare una fitta rete di infrastrutture ferroviarie in sostituzione del trasporto su gomma di cibo e merci.  

Castex ha dichiarato che il “treno di alimenti freschi”, che collega il principale mercato all’ingrosso di Parigi alla città meridionale di Perpignan, ritornerà sui binari dopo la chiusura della linea avvenuta lo scorso anno. Il piano è quello di collegare il tratto ad una ben più ampia rete di infrastrutture ferroviarie europee, in grado di collegare Anversa (Belgio) e Barcellona (Spagna).

Leggi anche Francia, Piano energia-clima: 113 GW di rinnovabili entro il 2028

Il piano francese, inoltre, prevede il lancio di due nuove linee nazionali in grado di collegare il nord e il sud del paese. “Da parte del governo, si tratta di un segnale molto forte ed è un primo passo verso il ritorno del trasporto ferroviario di merci”, ha dichiarato il primo ministro in conferenza stampa.

Per incentivare il trasporto su ferro, il governo francese permetterà ai treni merci di utilizzare gratuitamente la rete di infrastrutture ferroviarie già esistente fino alla fine dell’anno. A partire dal 2021, invece, le tariffe normalmente previste saranno dimezzate. Secondo una previsione del Ministero dei Trasporti, le nuove misure tariffarie costeranno circa 63 milioni di euro l’anno.

Leggi anche L’ambizione della Francia: divenire 1° produttore UE di auto elettriche

Negli ultimi decenni, in Francia, il trasporto su ferro ha perso sempre più terreno rispetto al trasporto su gomma, rappresentano solo il 9% del mercato del trasporto merci, rispetto al 45% nel 1974 e ad una media europea del 18%. La “ripresa su ferro” fa parte di un piano economico verde lanciato dal presidente Emmanuel Macron, dal valore di 15 miliardi di euro, a seguito della grande sconfitta subita a causa della sempre più schiacciante avanzata dei Verdi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui