E’ la svedese Östersund la regina della mobilità sostenibile europea

Assegnati a Bruxelles il Premio della Settimana Europea della Mobilità 2014 ed il Premio SUMP – European Commission’s Sustainable Urban Mobility Plan

E’ la svedese Östersund la regina della mobilità sostenibile europea

 

(Rinnovabili.it) – La fascia di regina della mobilità sostenibile europea del 2014 va alla città svedese di Östersund. A consegnarla è stato Karl Falkenberg, Direttore generale della DG Ambiente della Commissione Europea, nel corso della cerimonia di chiusura dell’European Mobility Week Award. Il premio, giunto alla sua tredicesima edizione, era dedicato al tema “Nostre le strade, nostra la scelta”, invito a rivalutare il modo in cui lo spazio urbano è vissuto dai cittadini. Il premio conferito a Ostersund, che ha partecipato alla Settimana della Mobilità per 12 anni consecutivi ed è stata già finalista nelle edizioni 2012 e 2013, è un riconoscimento alle importanti e innovative misure poste in essere dalla città svedese in occasione dell’EMW 2014. Durante la Settimana della Mobilità, in particolare, Östersund ha fatto della cooperazione e dell’integrazione le proprie bandiere: iniziative di collaborazione con le Università, corsi di guida sicura in bici per migranti, una nuova applicazione per il monitoraggio in tempo reale del traffico sono solo alcuni degli esempi delle politiche innovative lanciate. La città, inoltre, è capofila del progetto “Green Highway”, l’autostrada fossil free più lunga del mondo (440 chilometri) tra Sundsvall in Svezia e Trondheim in Norvegia. Le altre città selezionate per il Premio 2014 erano Budapest (Ungheria), Getxo, León e Palma di Maiorca (Spagna), Larnaka (Cipro), Skopje (Macedonia) e Zagabria (Croazia).

 

Nella stessa occasione è stato assegnato anche il premio SUMP – European Commission’s Sustainable Urban Mobility Plan, riconoscimento con cui l’esecutivo UE supporta le autorità locali che provvedano alla stesura dei Piani della Mobilità Urbana Sostenibile. Il premio è andato alla città tedesca Brema per aver raggiunto l’eccellenza nel monitoraggio e nella valutazione del suo Piano Urbano e per l’alto livello di coinvolgimento delle parti interessate nel corso del processo di valutazione e pianificazione. Le altre due finaliste in lizza per il SUMP 2014 erano Dresda (Germania) e Gand (Belgio).

 

Articolo precedenteIn California le auto elettriche diventano mini impianti
Articolo successivoGrattacieli sostenibili: nuove proposte per il futuro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui