Trasporto pubblico urbano, usato solo dal 32% degli europei

Si dichiarano soddisfatti del servizio, ma in realtà solo il 32% dei cittadini europei fa uso di mezzi di trasporto pubblico almeno una volta alla settimana

dsresource

(Rinnovabili.it) – Gli italiani sono tra i meno soddisfatti d’Europa della puntualità e l’affidabilità del trasporto pubblico urbano. Lo rivela l’ultimo sondaggio Eurobarometro, pubblicato ieri dalla Commissione europea, in cui si analizza l’appeal degli europei per il sistema dei mezzi pubblici. L’inchiesta mostra che, nel complesso, gli europei hanno un buon accesso al sistema pubblico urbano – il 77% sono a meno di 10 minuti dalla stazione o dalla fermata più vicina – e il 69% si dichiara soddisfatto; peccato che, di contro, solo il 32% dei cittadini dell’UE-28 ne faccia uso almeno una volta alla settimana e quasi un quarto dichiara addirittura di non prenderli mai. Gli intervistati più soddisfatti sono quelli di Lussemburgo (76%), Finlandia (74%), Lituania (73%) e Regno Unito (73%), e i meno soddisfatti quelli di Malta (31%), Italia ( 42%) e Romania (50%).

 

Sono felice – ha dichiarato il vicepresidente della Commissione Siim Kallas e responsabile per la mobilità e trasporti – che la maggior parte dei cittadini siano soddisfatti del servizio pubblico, ma deve essere fatto ancora molto. Dobbiamo capire perché il trasporto pubblico non venga usato più regolarmente, per migliorare il servizio nelle città più piccole, e rispondere alle mutevoli esigenze della mobilità urbana”. Secondo il sondaggio, a causa delle differenze nell’offerta, le persone nelle grandi città sono più propense a utilizzare i mezzi pubblici su base regolare (51%) rispetto a quelle di piccole e medie dimensioni (27%) o nei paesi (20%). I prezzi dei biglietti sembrano, invece essere un punto di preoccupazione, in quanto solo il 39% dei cittadini dell’UE risulta essere soddisfatto dalle tariffe.