• Articolo Bruxelles, 14 dicembre 2011
  • Una nuova base giuridica per implementare il controllo del mercato delle emissioni

    ETS: passi avanti per la nuova norma sul monitoraggio

  • Dopo il via libera ottenuto dal Comitato sui Cambiamenti Climatici, la palla passa ora al Parlamento e al Consiglio Europeo

(Rinnovabili.it) – Un altro passo avanti dell’unione Europea sul fronte della lotta al Climate Change. Oggi il Comitato sui cambiamenti climatici , che rappresenta le decisioni sul tema degli Stati membri, ha infatti approvato due progetti normativi in materia di monitoraggio e documentazione delle emissioni di gas serra e sulla verifica ed accreditamento al mercato del carbonio comunitario (ETS). Queste misure fanno parte della serie di norme d’attuazione per il terzo periodo del sistema di scambio emissioni del 2013 presentate dalla Commissione europea lo scorso 9 novembre.

L’aggiornamento legislativo nasce dall’esigenza di ottenere dati precisi e tempestivi sui gas ad effetto serra e sapere di conseguenza se l’Unione e i suoi Stati membri sono realmente sulla buona strada per soddisfare gli obiettivi di emissione. Il regolamento, che sarà ora sottoposto al Parlamento europeo e del Consiglio nell’ambito del processo di approvazione, è applicabile alla verifica delle emissioni serra e ai dati tonnellate-chilometro ottenuti a partire dal 1° gennaio 2013. L’obiettivo è quello di rendere le operazioni di controllo più complete, accurate e trasparenti, facendo in modo che le segnalazioni presentate da impianti o dal settore dell’aviazione in modo indipendente e imparziale.