• Articolo New York, 21 gennaio 2013
  • Un rapporto della Forest Trends

    Protezione dell’acqua: gli investimenti globali toccano quota 8 mld

  • Aumenta la quota di investimenti globali in favore della protezione degli ecosistemi acquatici e della risorsa

(Rinnovabili.it) – Aumenta nel mondo la quota di investimenti in favore della protezione e della corretta gestione forestale e dei sistemi idrici.

Il numero di progetti che mirano a migliorare la sicurezza dell’acqua, proteggendo gli ecosistemi ricchi d’acqua come le foreste e le zone umide è quasi raddoppiato negli ultimi quattro anni, secondo un nuovo importante rapporto che rivela come l’investimento annuale in progetti di questo genere sia pari a circa 8 miliardi di dollari.

 

Lo studio, redatto dalla Ong statunitense Forest Trends, conferma che alla fine del 2011 si sono contati circa 205 progetti di protezione dei bacini idrografici che hanno generato il volume di investimenti sopracitato con un incremento di quasi due miliardi di dollari rispetto al 2008.

 

“Il livello di attività è molto più intensa di quanto non fosse solo pochi anni fa, quando abbiamo iniziato il monitoraggio di questi tipi di investimenti,” ha detto Michael Jenkins, presidente e amministratore delegato di Forest Trends.

“Sia che voi abbiate bisogno di risparmiare acqua in Cina a causa della crisi economica sia che dobbiate aumentare la protezione dell’acqua potabile a New York, investire nelle risorse naturali si sta dimostrando il modo più conveniente ed efficace per garantire acqua pulita e ridare vigore ai nostri corsi d’acqua pericolosamente impoveriti così come alle falde acquifere. L’ottanta per cento del mondo è ora di fronte alla sfida della sicurezza idrica ma per fortuna, rivela lo studio, stiamo assistendo alle prime fasi di una risposta globale che potrebbe trasformare il modo in cui diamo valore e gestiamo i bacini idrografici del mondo. ”

E mentre gli Stati Uniti spiccano per numero di interventi di tutela e risanamento degli equilibri della risorsa idrica anche i paesi in via di sviluppo si stanno dimostrando particolarmente attenti ad intraprende nuove programmi di sostegno.

Ad esempio, il governo cinese ha offerto una serie di prestazioni di assicurazione sanitaria per 108.000 persone che vivono a monte della città meridionale costiera di Zhuhai in cambio dell’adozione di pratiche che aiuteranno a migliorare l’acqua potabile della città.