• Articolo Stoccolma, 3 aprile 2012
  • Un progetto della svedese Hexicon

    Malta pensa all’eolico galleggiante

  • Una piattaforma galleggiante di 480 metri di diametro ospiterà turbine eoliche che garantiranno all’isola una produzione energetica costante

(Rinnovabili.it) – Le acque profonde dell’isola di Malta potrebbero presto opitare un innovativo progetto per il posizionamento di una piattaforma galleggiante dove istallare rotori eolici. Di forma esagonale, la struttura avrebbe una potenza istallata di 54 MW, acquisendo così il primato di parco eolico galleggiante più grande mai realizzato. Per portare avanti l’iniziativa il governo ha dato il via ad una consultazione pubblica presentando il progetto dello sviluppatore svedese Hexicon. Ormeggiata nelle acque profonde al largo della costa nord-orientale di Malta, la struttura dovrebbe montare 36 turbine eoliche da 120 metri di altezza ad asse orizzontale, ognuna della potenza di 6.5MW, localizzate agli angoli dell’esagono, e altre 30 da 500 kW ad asse verticale.

In corsa per ottenere i finanziamenti dalla Commissione europea nell’ambito del programma NER300, la società svedese ha dichiarato che il progetto non dovrà essere necessariamente realizzato a Malta, visto che altri siti a largo delle coste di Cipro e della Svezia sono risultati idonei all’ancoraggio della piattaforma.

“Dipende molto da che cosa ogni paese, o addirittura il governo, sia disposto a fornire in termini di sostegno. E’ difficile dire quale paese sarà disposto a muoversi più rapidamente per portare avanti il progetto. Ci sono domande alle quali ancora non è stata data una risposta … ma l’Agenzia Svedese per l’Energia ha dimostrato pieno interesse per il nostro progetto” ha aggiunto Percy Sundquis, della Hexicon.

La piattaforma, 480 metri di diametro e 26 metri di altezza sull’acqua, è stata studiata per affrontare anche onde di 25 metri senza mettere a rischio la produzione di energia.