Innovazione e sostenibilità nel settore del packaging alimentare

I risultati parziali del progetto europeo MyPack

via depositphotos.com

di Francesco Genovese

(Rinnovabili.it) – MyPack “Best markets for the exploitation of innovative sustainable food packaging solutions” è un progetto quadriennale iniziato il 1 novembre 2017 e finanziato dal programma Horizon 2020 (Grant Agreement Number 774265). In virtù delle difficoltà causate dalla pandemia in corso, il progetto ha beneficiato di una proroga della scadenza, e si concluderà dopo l’estate.

L’obiettivo di MyPack è quello di sostenere l’introduzione sul mercato di imballaggi innovativi al fine di ridurre sia i rifiuti alimentari e di imballaggio che la loro influenza negativa sull’ambiente. Nei 27 paesi europei, ogni anno vengono prodotti 89 milioni di tonnellate di rifiuti alimentari, il che significa che gli europei buttano via il 20% del cibo che acquistano. Al progetto prende parte un partenariato composto da Istituzioni accademiche, scientifiche e partners industriali, comprese piccole e medie imprese, da 5 Paesi Europei (Francia, Germania, Italia, Grecia, e Paesi Bassi), più la Svizzera.

Le tecnologie MyPack intendono sviluppare, e sfruttare a livello industriale, applicazioni commerciali di imballaggi compostabili/biodegradabili, imballaggi da risorse rinnovabili come PLA e PEF, tecnologie di imballaggio attivo e intelligente.

L’obiettivo conclusivo delle tecnologie MyPack è quello di estendere la qualità dei prodotti alimentari, migliorando così la sicurezza alimentare, oltre a ridurre i rifiuti alimentari e l’impronta ambientale del materiale da imballaggio. Il progetto MyPack sta sviluppando alcune linee guida generali per selezionare il miglior mercato per le tecnologie innovative messe a punto nel settore del packaging e per garantire uno sviluppo commerciale, attraverso (a) una migliore efficienza ambientale (impatto diretto degli imballaggi, impatto degli scarti alimentari, riciclaggio ottimizzato mediante compostaggio dei materiali di confezionamento, salute dei consumatori), (b) migliore accettabilità da parte dei consumatori, e (c) fattibilità industriale. Una prima linea guida generale è già stata realizzata, e, dopo un’attenta revisione da parte del consorzio dei partner, è stata pubblicata sul portale del progetto, nella sezione “Deliverables”.

Tra le 7 tecnologie individuate nel progetto, la TEC4 (Microtechnologic insertion conferring breathing properties) ha finora presentato le migliori prospettive di sviluppo commerciale. La tecnologia proposta, partendo dal know-how per lo sviluppo di un brevetto per un dispositivo in grado di controllare gli scambi gassosi tra l’interno e l’esterno di una confezione per prodotti alimentari solidi o liquidi (BlowDevice), mira allo sviluppo di un innovativo film traspirante dotato di una particolare microtecnologia.

L’obiettivo finale è quello di controllare/adattare l’atmosfera gassosa all’interno della confezione regolando gli scambi gassosi nel tempo, in funzione delle caratteristiche del prodotto confezionato, sfruttando le variazioni di pressione prodotte dall’impianto di refrigerazione utilizzato per la frigoconservazione.

Le attività di ricerca e sviluppo, effettuate nel laboratorio “MacLab1” dell’Università degli Studi della Basilicata, hanno quindi consentito la caratterizzazione del comportamento del dispositivo innovativo in differenti applicazioni su prodotti ortofrutticoli (insalate pronte per il consumo, rucola, fragole, ciliegie, uva da tavola). Le prossime fasi del progetto prevedono il trasferimento tecnologico dell’innovazione alle aziende produttrici di insalate pronte e altri prodotti ortofrutticoli, che si sono già interessate all’utilizzo del brevetto e del know-how relativo al confezionamento in atmosfera modificata dei prodotti ortofrutticoli.

Inoltre, di recente, l’innovazione è stata menzionata sul portale europeo Innovation Radar, nato con l’intento di mostrare ai cittadini europei i numerosi ed eccellenti progressi tecnologici e scientifici realizzati dai ricercatori e da innovatori in tutta Europa.

Ulteriori approfondimenti sulle tecnologie sviluppate possono essere ricavati accedendo alle risorse elencate di seguito.

Matera, A.; Altieri, G.; Genovese, F.; Di Renzo, G. C., 2020. Effect of Materials and Assembly Methods on Gas Selectivity of Blow Device. Innovative Biosystems Engineering for Sustainable Agriculture, Forestry and Food Production (https://doi.org/10.1007/978-3-030-39299-4_80).

Altieri, Giuseppe; Genovese, Francesco; Matera, Attilio; Tauriello, Antonella; Di Renzo, Giovanni Carlo, 2018. Characterization of an innovative device controlling gaseous exchange in packages for food products. Postharvest Biology and Technology (https://doi.org/10.1016/j.postharvbio.2017.12.012).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui