PPA rinnovabili, crescono i prezzi senza perdere di competitività

In Europa la volatilità del mercato energetico e le difficolta autorizzative spingono in alto i prezzi dei contratti di compravendita a lungo termine. Ma lo strumento rimane economicamente interessante

PPA rinnovabili
via depositphotos.com

Il rapporto di LevelTen Energy monitora l’andamento dei PPA rinnovabili

(Rinnovabili.it) – Aumenta la domanda di energia pulita in Europa mentre i Paesi devono fare i conti con la continua volatilità del mercato energetico. Un quadro fortemente dinamico che sta facendo alzare anche i prezzi dei PPA rinnovabili, ossia i contratti di compravendita a lungo termine dell’energia solare ed eolica. Nel secondo trimestre del 2022, l’indice dei prezzi è aumentato del 16%, raggiungendo i 66,07€ per MWh. E su base annua l’incremento appare ancora più evidente con più 47%. Lo rivela il nuovo rapporto di LevelTen Energy, analisi trimestrale delle offerte europee per i Power Purchase Agreement. Il documento aiuta acquirenti, venditori, consulenti e investitori nel campo dell’energia pulita a comprendere l’andamento del mercato e orientare le scelte per il futuro. 

 “I prezzi dei PPA sono in aumento da un anno perché l’offerta non riesce a tenere il passo con la domanda”, ha dichiarato Flemming Sørensen, vicepresidente per l’Europa di LevelTen Energy. “Gli sviluppatori continuano a faticare a costruire nuovi progetti solari ed eolici […] a causa delle difficili procedure di autorizzazione e di interconnessione e dell’aumento dei costi dei fattori produttivi e della manodopera. Inoltre, ora hanno più opzioni per commercializzare e finanziare i loro progetti esistenti al di fuori dei PPA aziendali, il che limita anche l’offerta disponibile”. 

Nonostante ciò, avverte la società, i valori dei Power Purchase Agreement rimangono interessanti sia a livello finanziario che reputazionale. Per Sørensen “gli acquirenti che vogliono massimizzare le loro possibilità di utilizzare un PPA come copertura finanziaria dovrebbero agire ora, dato che i progetti con date di funzionamento commerciale al 2023 sono quasi tutti indisponibili”. 

PPA rinnovabili in Italia

Il report fornisce anche un’analisi paese per paese. In questo contesto, l’Italia ha registrato la quota maggiore di offerte PPA europee sul mercato dell’energia di LevelTen (oltre il 32%). I prezzi sono aumentati del 22% rispetto all’anno precedente, ma sono rimasti invariati rispetto al trimestre precedente, attestandosi attualmente a 51,5 euro per MWh. A livello nazionale, sottolineano gli autori, “stanno emergendo dubbi sulla cannibalizzazione dei prezzi in regioni come la Sicilia, dove la produzione di energia solare supera la domanda di energia solare. Questa dinamica potrebbe portare a una diminuzione dei guadagni per gli sviluppatori e ad acquisti antieconomici per gli acquirenti”.  

leggi anche Ddl Concorrenza, ok a delega al governo per riordino normativa fer

Articolo precedenteRaccolta carta: ogni italiano ne differenzia 60kg
Articolo successivoMilano 3.0: posata la prima pietra del progetto Next Generation Living

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui