Settembre 2022: consumi elettrici in calo, rinnovabili al 31% della domanda

Terna aggiorna i dati mensili sul sistema elettrico nazionale per il mese di settembre: l’Italia ha consumato complessivamente 25,9 miliardi di kWh di energia elettrica

settembre 2022 consumi elettrici
Foto di Thomas B. da Pixabay

I dati di settembre 2022 per i consumi elettrici in Italia

(Rinnovabili) – Cresce l’eolico, si assesta il fotovoltaico, mentre l’idroelettrico batte la fiacca e il geotermico frena leggermente. A settembre 2022 il quadro della generazione rinnovabile in Italia continua a rimanere sottotono, nonostante le ottime performance degli impianti eolici e fotovoltaici, la cui produzione ha superato i rispettivi risultati di settembre 2021. 

La siccità con cui il Belpaese sta ancora facendo i conti ha inflitto un duro colpo all’energia pulita. Da gennaio a settembre di quest’anno, infatti, la mancante quota idroelettrica (37,6% da anno ad anno) ha sottratto al sistema ben 14.078 GWh. Ma le altre FER, soprattutto nel periodo pasquale e a inizio estate, hanno brillato di luce propria recuperando parte della contrazione.

leggi anche Nuove rinnovabili italiane, sbloccati 11 GW nel 2022

I dati appartengono al report mensile di Terna, la società che gestisce la rete di trasmissione nazionale. Il documento spiega come a settembre 2022 i consumi elettrici nazionali siano calati del 3,9% rispetto all’anno precedente raggiungendo i 25,9 miliardi di kWh. La richiesta di energia elettrica è stata soddisfatta per il 55,0% della produzione da “Fonti Energetiche Non Rinnovabili”, per il 31,1% da rinnovabili e la restante quota dal saldo estero. 

Il rapporto mensile offre da oggi anche qualche informazione in più oltre al fabbisogno elettrico. “A conferma di un sempre maggior impegno nel fornire e divulgare a tutti gli stakeholders dati di qualità, per la prima volta Terna ha inserito nel report mensile, a partire da settembre, anche una nuova sezione che illustra l’evoluzione della capacità rinnovabile installata in Italia, con il numero di impianti per fonte e la relativa potenza suddivisi per mese, il progressivo da inizio anno e lo storico del 2021. Considerando tutte le fonti rinnovabili, nei primi 9 mesi del 2022 l’incremento di capacità supera complessivamente i 2.000 MW, registrando una notevole crescita (+140%) rispetto allo stesso periodo del 2021″.

leggi anche A luglio il fotovoltaico ha fornito il 36% della produzione rinnovabile italiana

Articolo precedenteRiqualificazione sostenibile, MVRDV: da ingombrante centro commerciale a connessione cittadina
Articolo successivoComunità rinnovabili contro il caro energia, la Regione Lazio dà un mano

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui