L’ONU chiede di aumentare gli investimenti nelle rinnovabili

Il Segretario generale della Banca Mondiale: l’introduzione di una carbon tax, l’eliminazione graduale dei sussidi ai combustibili fossili e standard per l’efficienza energetica più forti.

L’ONU chiede di aumentare gli investimenti nelle rinnovabili

 

(Rinnovabili.it) – Rilanciare gli investimenti nelle energie rinnovabili per accelerare la trasformazione low carbon dell’economia mondiale. L’ultimo appello del Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban ki-Moon è rivolto ai dirigenti d’azienda e ai business leader che hanno presenziato al The Future of Energy Summit 2015. Dal palco dell’evento organizzato da Bloomberg New Energy Finance, il numero uno dell’ONU ha ricordato il progresso compiuto dall’energia pulita in questi anni a livello globale, non solo in termini di produzione e avanzamenti tecnologici ma anche nella creazione di veri e propri nuovi modelli di business. Nel 2014 gli investimenti globali nelle energie rinnovabili sono cresciuti del 15% rispetto al 2013, una performance buona se analizzata alla luce del nuovo panorama energetico finanziario. Tuttavia le green energy contribuiscono ancora meno del 10 per cento all’energia elettrica globale.

 

“Sono qui per esortarvi a prendere provvedimenti per l’energia sostenibile“, ha spiegato Ban, ricordando come il settore privato, in occasione del vertice sul clima lo scorso settembre, avesse annunciato l’intenzione di mobilitare oltre 200 miliardi di finanziamento per uno sviluppo a basse emissioni di carbonio e resiliente. E per mettere l’economia mondiale sul giusto percorso, il Segretario generale propone, in un certo senso, la stessa ricetta presentata solo qualche giorno fa dal capo della Banca Mondiale: l’introduzione di una carbon tax, l’eliminazione graduale dei sussidi ai combustibili fossili e standard per l’efficienza energetica più forti.

 

In questo ultimo settore, le nazioni unite stanno già coordinando lo sforzo internazionale attraverso la Global Energy Efficiency Platform Accelerator; istituita lo scorso anno, l’iniziativa mira a raddoppiare l’efficienza entro il 2030 e ad un risparmio di oltre un gigaton di emissioni di carbonio l’anno. Ban ki-Moon ha anche annunciato che le Nazioni Unite si riuniranno a maggio per il secondo UN Sustainable Energy for All Forum di New di New York, lavorando con la Banca Mondiale e altri importanti partner.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui