GBC Italia Awards: premiate imprese ed edifici sostenibili

Sono stati assegnati ieri i premi ai migliori edifici sostenibili certificati in Italia da GBC che valorizzano gli aspetti energetici ed ambientali dei progetti.

GBC Itaia sarà presente alla COP26 per portare l’esempio dell’eccellenza italiana negli edifici sostenibili

(Rinnovabili.it) – Sono stati consegnati i Green Building Council Italia Awards, i premi assegnati da GBC ai migliori progetti di edifici sostenibili certificati in Italia.

La cerimonia si è svolta in occasione dell’evento “Driving the Change- GBC Italia for COP26”, svoltasi a MIND quartiere futuristico di Milano nella giornata di ieri.

Leggi anche L’UE rischia di andare in ordine sparso alla COP26 sul clima

L’Italia si conferma il secondo Paese in Europa per il numero di edifici sostenibili certificati secondo i protocolli energetici ed ambientali, internazionali e nazionali della famiglia LEED GBC. A conferma del ruolo di leadership del nostro Paese, le numerosissime candidature pervenute per gli Awards.

Le cinque categorie selezionati dal voto dei soci GBC sono state:

  • Leadership in Green Building Design e Performance
  • Leadership di Impresa e Sostenibilità
  • Premio Mario Zoccatelli: Leadership in Green Building nel settore pubblico
  • Premio Mirna Terenziani
  • Premio Chapter dell’Anno

Leadership Design e Performance

Il premio è stato assegnato a Binario Lab srl per la riqualificazione e il restauro sostenibile dello storico Palazzo Gulinelli. Un edificio di oltre 3.800mq su tre piani ed un giardino storico di circa 10.000 mq, situato nel cuore di Ferrara. Il progetto ha permesso di restaurare il palazzo danneggiato dal terremoto del 2012 trasformandolo in un virtuoso edificio sostenibile. L’attenzione alla qualità del progetto, all’impiego di materiali ecologici o di seconda generazione, l’uso di tecnologie a secco, il recupero dei materiali del cantiere storico hanno portato all’applicazione del protocollo GBC Historic Building.

Leadership di Impresa e Sostenibilità

Vincitore della categoria l’azienda Diasen, leader nelle soluzioni green per l’edilizia. Un esempio unico di economia circolare senza sprechi: utilizza sughero per produrre biomalte e pitture naturali provenienti dal recupero delle eccedenze nella produzione di tappi fino all’impiego degli ultimi residui di lavorazione nei terreni adibiti ad attività equestri.

Leadership in Green Building nel settore pubblico

Ad aggiudicarsi il premio è il Comune di Padova per l’innovativa politica di rigenerazione urbana verso la neutralità climatica con l’obiettivo di ridurre del 55% le emissioni di CO2 entro il 2030 di costruzioni pubbliche e private.

Menzione speciale nell’ambito di questa categoria è andata all’Agenzia del Demanio per “una visione sostenibile e innovativa della riqualificazione del patrimonio immobiliare pubblico al servizio dei cittadini. Un impegno che trasformerà il mercato delle gare pubbliche secondo metriche precise per misurare i parametri energetico e ambientali di un’opera pubblica e che avrà la forza di incidere realmente sull’iter di progettazione, a partire dal progetto di fattibilità fino alla fase esecutiva”.

Premio Mirna Terenziani

Un riconoscimento destinato alle competenze ed alla sensibilità delle donne che quest’anno ha visto trionfare Margherita Finamore per la scuola media “che salva il Pianeta” di Pesaro. Un edificio sostenibile in tutti i suoi molteplici aspetti, a basso impatto e rispondente ai parametri del LEED School: dove energia rinnovabile, riciclabilità ed ecocompatibilità dei prodotti sono finalizzati al benessere ed alla qualità degli ambienti interni.

Leggi anche Edilizia: il WGBC punta alla decarbonizzazione entro il 2050

La menzione speciale è andata invece a Valeria Lorenzelli per la rigenerazione messa in campo da EuroMilano per l’area della Cascina Merlata. Si tratta del primo esempio di smart district di Milano dove nei 900 mila mq della zona, convivono residenze convenzionate, social housing ed edilizia libera.

Premio Chapter dell’Anno

E’ il Chapter dell’Emilia Romagna il vincitore del 2021 del premio dedicato alle sezioni territoriali del GBC Italia, spina dorsale dell’organizzazione, indispensabili per accelerare la decarbonizzazione e la resilienza urbana.

GBC Italia sarà presente l’11 novembre al tavolo tematico “Cities, Regions & Built Environment Day” che si svolgerà in occasione della Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (COP26) di Glasgow.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui