Il più grande quartiere di case stampate in 3D al via ad Austin

BIG e Icon acora insieme per realizzare 100 case stampate in 3D entro il 2022, sostenibili, belle e resistenti ai disastri naturali

case stampate in 3D
Concept render – credits ICON_Lennar_BIG

Le case saranno stampate in 3D grazie alla tecnologia Vulcan

(Rinnovabili.it) – Dopo le case marziane e quelle sulla Luna, Icon e gli architetti di BIG – Bjarke Ingels Group tornano sulla Terra per realizzare il più grande quartiere di case stampate in 3D.

Una comunità di 100 case che sorgerà ad Austin entro il 2022, per porre un rimedio al problema della mancanza di manodopera e di materiali del settore edile che sta alzando i prezzi degli immobili nonostante la notevole richiesta.

La Tecnologia Vulcan

case stampate in 3D
Concept render – credits ICON_Lennar_BIG

La tecnologia utilizzata è l’ormai collaudato ‘Vulcan’ sviluppato dall’azienda ICON, pionieri nel campo della stampa 3D. Il sistema sfrutta una miscela a base di cemento Portland chiamata Lavacrete, per realizzare case stampate in 3D con caratteristiche pari, se non addirittura superiori, alle tradizionali costruzioni.

La stampante Vulcan è in grado di realizzare edifici fino a 280mq circa (3.000 piedi quadrati) costruiti secondo lo standard internazionale IBC (International Building Code).

Case efficienti e sicure

Case stampate in 3D
Concept render – credits ICON_Lennar_BIG

Il sistema di costruzione messo a punto da ICON ed i materiali innovativi impiegati, permettono di realizzare case più sicure e più resistenti alle condizioni meteorologiche estreme, riducendo l’impatto sul settore edile dei disastri naturali.

Inoltre laa velocità di stampa e l’impiego di un sistema robotico, portano quasi a zero gli sprechi ed eliminano il problema dei rifiuti da costruzione, una criticità estremamente pesante a livello di impatto globale.

“La stampa 3D su scala edilizia non solo offre case di qualità superiore in modo più rapido ed economico, ma le flotte di stampanti possono cambiare in meglio il modo in cui intere comunità sono costruite”, afferma Jason Ballard. “C’è un profondo bisogno di aumentare rapidamente l’offerta di case senza compromettere la qualità, la bellezza o la sostenibilità e questa è esattamente la forza della nostra tecnologia”.

Le case stampate in 3D di Austin saranno inoltre dotate di pannelli fotovoltaici sul tetto e sistemi domotici per controllare i consumi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui