Citytech-BUStech: innovazione e sharing per rivoluzionare la mobilità

Si è aperto oggi Citytech-BUStech, l’evento più importante d’Italia sulla mobilità sostenibile. Obiettivo: guardare avanti, perché il futuro non aspetta

Citytech-BUStech

 

(Rinnovabili.it) – Loda il Green Act, lancia un appello all’efficienza energetica e promette il raggiungimento degli obiettivi climatici per il 2030. Il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, ha aperto così Citytech-BUStech, il più grande appuntamento nazionale sulla mobilità sostenibile, proponendo anche un intervento legislativo sullo sharing.

«La mobilità sostenibile è un disegno globale, e con il Green Act otterremo l’obiettivo di ridurre le emissioni del 40% entro il 2030, ma solo lavorando tutti insieme, perché il settore trasporti è l’obiettivo fondamentale per l’efficientamento energetico. Non è solo un problema dei Comuni, ma un problema nazionale», ha dichiarato Galletti.

 

Citytech-BUStech 2

 

Il convegno di presentazione, tenutosi a Roma, ha dato il via alla due giorni di workshop nella capitale sul tema delle ultime tecnologie per la mobilità e il trasporto pubblico: si parlerà di green economy e città intelligenti, autobus di nuova generazione e bici condivise, car sharing e taxi, parcheggi e app che rivoluzionano la mobilità.

La sessione istituzionale ha coinvolto esponenti degli enti locali e delle società che si occupano di mobilità nei principali Comuni. Carlo Maria Medaglia, presidente di RSM (Roma Servizi Mobilità), ha annunciato l’arrivo di un sistema di scootersharing, carsharing e bikesharing.

«Il carsharing ha bisogno di un intervento normativo – ha spiegato Gianni Martino, amministratore delegato di car2go ItaliaPiù del 5% dei nostri clienti ha dismesso un’automobile e il 19% ha dichiarato di essere disponibile a farlo. Questo fa decollare anche il servizio pubblico e il taxi, perché chi rinuncia all’auto di proprietà usa di più tutti i servizi della mobilità sostenibile, mezzi pubblici e taxi inclusi».

 

Citytech-BUStech 4

 

Anche Milano e Napoli si stanno attrezzando: in particolare, il capoluogo lombardo è uno dei migliori esempi in Italia della mobilità smart, mentre quello campano promette presto semafori intelligenti, piste ciclabili, 60 nuovi autobus e nuovi treni per la metropolitana.

Durante il convegno si è svolta anche la cerimonia di premiazione del concorso Best-Tech per la migliore innovazione tecnologica nell’ambito del trasporto: Brescia Mobilità si è aggiudicata l’edizione 2015, con il progetto “Brescia Mobilità Social Customer Care”, valutato dalla giuria superiore agli altri in base a tre criteri: coerenza con il tema del contest, innovatività del progetto e impatto sulla vita degli utenti. Il gruppo ha attivato, primo in Italia, un servizio di comunicazione per i propri utenti basato su WhatsApp. Secondo e terzo gradino del podio sono andati a Roma Servizi per la Mobilità e Regione Abruzzo.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui