L’auto solare Lightyear 0 è pronta per la produzione

Presentato il progetto finale: una berlina elettrica dotata di con 5 mq di celle solari integrate nella scocca che regalano alla batteria fino a 70 km di autonomia in più al giorno

Lightyear 0
Credits: Lightyear

(Rinnovabili.it) – “Questo mese, sei anni di innovazione sono arrivati al culmine “. Con queste parole l’azienda olandese Lightyear ha alzato il sipario sulla versione finale della sua auto solare elettrica Lightyear 0. Dopo aver ampliato l’organico e aver stretto accordi con oltre 100 fornitori, la società si è detta pronta ad iniziare la produzione commerciale, presentando le ultimi specifiche tecniche. Rispetto al progetto iniziale, il veicolo perde un centinaio di chilometri di autonomia. L’obiettivo dei 725 km con una ricarica si è trasformato ora in 625 km, valutati sul ciclo WLTP (Worldwide Harmonized Light Vehicles). Percorrenza comunque maggiore di quella raggiunta dalla Model 3 con sistema AWD della Tesla, nonostante la sensibile differenza nell’accumulo di bordo: la prima monta un pacco batterie da appena 60 kWh, la quattro ruote di Elon Musk un sistema da 82 kWh.

 Il merito di questo vantaggio va ad un ottimo coefficiente di resistenza aerodinamica (0,19), ad una trasmissione elettrica particolarmente efficiente e alla pelle solare che riveste la scocca. Lightyear 0 si fa notare, infatti, grazie a 5 metri quadrati di celle fotovoltaiche perfettamente integrate che regalano al mezzo 70 km al giorno.

Per ridurre al minimo la ricarica tramite spina e massimizzare l’autonomia, la strategia del settore, finora, è stata quella di aggiungere batterie”, ha commentato  Lex Hoefsloot, co-fondatore e CEO della società. “Ciò aumenta l’impronta di carbonio della produzione e, a sua volta, aumenta il peso e la necessità di stazioni di ricarica ad alta potenza. La nostra strategia ribalta questo approccio. Lightyear 0 offre più autonomia con meno batteria, riducendo il peso e le emissioni di CO₂ per veicolo”.

 Nei climi nuvolosi, assicura l’azienda, con un tragitto medio di circa 35 chilometri al giorno, è possibile guidare fino a due mesi prima di dover pensare alla ricarica. Nei paesi più soleggiati, si potrebbe arrivare a sette mesi. Meno potenti, invece, le prestazioni. L’auto solare di Lightyear impiega 10 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h e può raggiungere un massimo di 160 kmh. Le prime consegne in edizione limitata inizieranno a novembre ad un prezzo, tuttavia, accessibile davvero per pochi.

Articolo precedenteImpianti fotovoltaici in Italia, oltre 22 GW di potenza a fine 2021
Articolo successivoLa prima turbina a gas alimentata al 100% da idrogeno puro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui