Batterie cilindriche e plastica oceanica: l’innovazione sostenibile di BMW

Il gruppo automobilistico lancia la sesta generazione delle sue celle agli ioni di litio, tecnologia che aumenterà la densità di energia di oltre il 20%, migliorando la velocità di ricarica e l’autonomia del mezzo di un altro 30%.

Batterie cilindriche BMW
Credits: BMW Group

Sostenibilità attraverso l’innovazione, la ricetta BMW

(Rinnovabili.it) – Nuove celle di batteria per le auto elettriche, più performanti e associate ad un minor impatto ambientale. Fibre naturali e reti da pesca riciclate come materie prime per la componentistica. Nuovi concept per la mobilità ecologica nelle aree urbane. Questi alcuni dei cardini dell’innovazione sostenibile portata avanti dalla BMW. Il gruppo automobilistico ha presentato le ultime novità interne nell’ambito del suo “Sustainability through Innovation 2022”, una carrellata di strategie, concept e tecnologie con cui affrontare la futura domanda di mobilità.

Tra le novità segnalate dalla casa madre, spiccano soprattutto le nuove batterie cilindriche. “Con i modelli della NEUE KLASSE che debutteranno nel 2025, il BMW Group è pronto ad entrare in una nuova era dell’elettromobilità. E a utilizzare per la prima volta celle rotonde, che si adattano in modo ottimale alla nuova architettura incentrata su sistemi di azionamento full electric“, spiega la casa automobilistica.

leggi anche Hainan è la prima provincia cinese a mettere al bando le auto diesel

Batterie cilindriche

Le innovative batterie incarneranno la sesta generazione della tecnologia BMW eDrive e regaleranno al mercato diversi progressi.  A cominciare da un aumento dell’autonomia del 30%. Dotate di un diametro standard di 46 millimetri e due diverse altezze, rispetto alle celle prismatiche di BMW, le nuove celle cilindriche avranno un contenuto di nichel maggiore sul lato del catodo, riducendo la presenza di cobalto. Sul lato dell’anodo, il contenuto di silicio sarà aumentato. Di conseguenza, la densità di energia volumetrica della cella migliorerà di oltre il 20%. I dispositivi offriranno un miglioramento del 30% nella velocità di ricarica. “Stiamo anche riducendo le emissioni di CO2 dalla loro produzione del 60%, spiega Frank Weber, membro del consiglio di amministrazione di BMW AG responsabile dello sviluppo. “Questi rappresentano grandi passi per la sostenibilità e un vantaggio per i clienti”.

Uno sviluppo tecnologico che si accompagna da vicino ad uno impiantistico. Il gruppo prevede di realizzare nuovi stabilimenti produttivi per le batterie assieme ai suoi partner in sei sedi dei mercati chiave: due in Cina, due in Europa e due in Stati Uniti-Messico-Canada. Ogni impianto avrà una capacità annua di 20 GWh.

leggi anche Retrofit elettrico, fino a 3.500€ per trasformare la vecchia auto in e-car

Economia circolare

In una prima assoluta per l’industria automobilistica, i modelli della NEUE KLASSE saranno caratterizzati anche da parti di rivestimento in plastica la cui materia prima contiene circa il 30% di reti da pesca e corde riciclate. Questi materiali di scarto dell’industria marittima vengono acquistati in modo proattivo nei porti di tutto il mondo per garantire che non finiscano per essere scartati in mare. Nel contempo il gruppo continua la ricerca di materiali innovativi con l’obiettivo di lanciare i suoi primi veicoli con interni completamente “vegan” nel 2023.

Articolo precedenteA luglio, boom di decessi da caldo estremo in Europa (in Italia +29%)
Articolo successivoAnalisi EY: consumatori convinti dell’elettrico, ma mercato da consolidare

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui