Educazione ambientale: il Green League di COOU

Il Consorzio lancia il social game di educazione ambientale destinato ai più giovani, con cui punta a un radicale cambiamento negli stili di vita e nei comportamenti a tutela dell’ambiente

Educazione ambientale: il Green League di COOU

 

(Rinnovabili.it) – Un gioco online destinato ai teenagers e finalizzato a una corretta educazione ambientale. Il Consorzio Obbligatorio Oli Usati (COOU) lancia Green League, il social game di educazione ambientale che, unendo lo svago all’apprendimento, punta a un radicale cambiamento negli stili di vita e nei comportamenti a tutela dell’ambiente. Dopo anni di successi ottenuti con Scuola Web Ambiente, l’iniziativa che ha favorito la nascita di una vera e propria comunità virtuale di giovani per la promozione della sostenibilità ambientale, il Consorzio oggi torna alla carica con un nuovo progetto, rivolto sempre ai giovani, che sfrutta il divertimento per trasmettere contenuti formativi e sensibilizzare i ragazzi sui temi ambientali. L’obiettivo è infatti quello di unire il divertimento alle nuove tecnologie per raggiungere in modo capillare i cittadini.

 

“Attraverso Green League – ha spiegato il direttore della Comunicazione COOU, Antonio Mastrostefano – il Consorzio intende seguire la strada tracciata con successo da Scuola Web Ambiente con un progetto che, attraverso le potenzialità dei social networks, punta a raggiungere un target ancora più ampio e diversificato”.

 

Partecipare è semplice: una volta iscritto sul sito web dedicato, l’utente sarà incentivato ad aggregarsi in piccole comunità, che per esistere avranno bisogno di consumare risorse; l’obiettivo sarà dunque quello di contrastare questa tendenza rigenerando e diminuendo le risorse utilizzate. Vinceranno coloro che avranno totalizzato i punteggi migliori nelle prove individuali e in quelle collettive (ci saranno infatti due classifiche, una per i singoli utenti e una per i gruppi) e  che potranno guadagnare status tra i partecipanti alla competizione. I ragazzi saranno comunque affiancati in questi processo di gioco-apprendimento, attraverso, fa sapere COOU “suggerimenti, pillole informative, quesiti e curiosità riguardo ai comportamenti corretti nella gestione dei rifiuti“.

 

Metafora di ciò che realmente accade nella vita reale, il Green League promosso dal Consorzio si concluderà nel mese di maggio.