Inquinamento: ridotta capacità polmonare per 4 bambini su 10

Oltre un terzo dei bambini in età scolare in quattro città indiane soffre di ridotta capacità polmonare. La probabile causa è l’inquinamento

Inquinamento ridotta capacità polmonare per 4 bambini su 10-

 

(Rinnovabili.it) – Più di un terzo dei bambini in età scolare di quattro grandi città dell’India soffre di ridotta capacità polmonare a causa dell’elevato inquinamento dell’aria. E nella capitale, Delhi, si registrano i dati più preoccupanti. Lo afferma un nuovo studio i cui risultati sembrano indicare come l’inquinamento atmosferico impatti sulla salute dei bambini nelle grandi aree urbane dell’India . Nel sondaggio, 2.373 bambini a Delhi, Mumbai, Bangalore e Kolkata hanno fatto un test per valutare la salute dei polmoni (LHST). Gli studenti sono stati invitati a inspirare e poi espirare con forza in un dispositivo di prova che verifica la capacità polmonare. Il test LHST determina quanta aria i polmoni possono tenere, quanto rapidamente essa può essere portata dentro e fuori e quanto bene i polmoni assumono ossigeno ed eliminano dal corpo l’anidride carbonica. Il test è in grado di rilevare le malattie polmonari e misurare la gravità dei problemi polmonari. Degli scarsi risultati per l’LHST significano la compromissione delle funzionalità polmonari e alte possibilità di contrarre malattie.

 

Inquinamento ridotta capacità polmonare per 4 bambini su 10

 

Per i medici, «risultati scioccanti colpa dell’inquinamento»

Il dottor Preetaish Kaul, rappresentante della Fondazione Heal, che ha condotto la ricerca, ha detto di essere rimasto scioccato dall’aver trovato così tanti bambini non in grado di espirare correttamente: «Considerato il fatto che la maggior parte dei ragazzi vantava un buono stato di buona salute, non sarà completamente sbagliato dedurre che la scarsa qualità dell’aria ha un ruolo nel causare la capacità polmonare ridotta», ha detto Kaul con una prudenza che pare perfino eccessiva.

Dei 735 studenti di Delhi, il 21% aveva una “ridotta” capacità polmonare, mentre per un altro 19% lo stato era “cattivo”. In pratica, quattro bambini su 10 esaminati nella capitale non hanno superato il test. Non per niente a Delhi si respira l’aria peggiore del mondo, come ha dimostrato uno studio dell’OMS condotto su 1.600 grandi città in tutto il pianeta.

 

Tutta colpa del governo

Un altro sondaggio condotto dalla Fondazione Heal ha suggerito che la maggioranza degli indiani crede che ripulire l’aria sia responsabilità esclusiva del governo. L’indagine ha indicato che solo il 15%, 24%, 27% ​​e il 9% di persone interrogate rispettivamente a Delhi, Mumbai, Bangalore e Kolkata, hanno pensato che anche gli individui sono responsabili per la cattiva qualità dell’aria nella loro città.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui