I tetti solari possono essere ecologici, economici ed eleganti allo stesso tempo?

La svedese SunRoof è stata fondata nel 2013 con l’obiettivo di portare sul mercato un tetto solare dal design moderno, integrato con l’architettura della casa e in grado di facilitare l’accesso all’energia pulita.

Articolo pubbliredazionale

Quando nel 2016 Elon Musk assicurava che presto ogni tetto avrebbe avuto tegole solari SolarCity e che i tetti convenzionali sarebbero divenuti un ricordo del passato, sembrava l’inizio di una rivoluzione nelle costruzioni e nell’energia. Ma ben prima delle ambiziose promesse del tycoon, il settore fotovoltaico aveva spalancato le porte all’integrazione edilizia, dando vita a realtà fortemente innovative. Realtà come la svedese SunRoof. La società è stata fondata nel 2013 con l’obiettivo di portare sul mercato un tetto solare dal design moderno, integrato con l’architettura della casa e in grado di facilitare l’accesso all’energia pulita. Una soluzione due in uno, in cui le tradizionali tegole e coperture lasciano spazio a moduli perfettamente inseriti nell’architettura, adattabili anche a spazi preclusi ai tradizionali pannelli solari.

Persone con visione, fede ed esperienza

Il presidente è Lech Kaniuk, già noto per progetti innovativi come PizzaPortal o iTaxi. È entrato a far parte di Sunroof nel 2018, unendo le forze con suo fratello Karol Kaniuk, che ha fondato l’azienda cinque anni prima.

La mission della società si sposa perfettamente con le tendenze attuali che stanno guadagnando sempre più popolarità nell’architettura delle case unifamiliari. Edifici semplici e minimalisti, sempre più orientati all’autoconsumo, sia per esigenze normative che per questioni di risparmio in bolletta. E dunque ideali per l’installazione di un tetto solare SunRoof.

L’integrazione permette di coprire ampie superfici riducendo il peso rispetto agli impianti con una struttura portante. Fattori economici, tecnologia moderna, il nome di un noto imprenditore e anticipazione delle attuali tendenze edilizie: tutto questo ha fatto sì che la società registrasse una crescita del 500% anno su anno, anche prima dell’inizio dell’espansione sui mercati esteri.

Due in uno: innovativo e durevole

I primi tetti solari SunRoof sono stati costruiti in Svezia nel 2013. Karol Kaniuk, che allora dirigeva una società di costruzioni, ha avuto l’idea di sostituire le tegole del tetto con pannelli fotovoltaici, riuscendo in questo modo ad affermarsi anche in un mercato difficile e competitivo come quello svedese.

La sua popolarità è stata assicurata dal suo design accattivante e moderno, dal minimalismo e dall’elevata efficienza in linea con la tradizione scandinava. Finora sono state costruite oltre 200 case con tetti solari SunRoof in Svezia, Norvegia, Polonia e Svizzera. Le dure condizioni climatiche della Scandinavia, in cui è nata la tecnologia del tetto SunRoof, ha costretto l’azienda a puntare ad un’elevata resistenza alle condizioni atmosferiche, sia vento che nevicate, caratteristiche confermate dalle certificazioni degli istituti svedesi RISE (Research Institutes Of Sweden).

La tecnologia SunRoof garantisce anche un’elevata insonorizzazione del tetto durante grandine o forti piogge, grazie all’inserimento di uno strato di isolamento nella pendenza del tetto, che impedisce ai suoni di penetrare all’interno dell’edificio.

tetto solare

Semplice e innovativo, ma costa poco?

Le soluzioni innovative e il design sono importanti, ma il fattore economico è solitamente l’aspetto più importante nelle decisioni di investimento. La domanda è: la soluzione SunRoof è più economica di un tradizionale impianto solare sul tetto dotato staffe, montanti e tasselli di ancoraggio?

Il tetto solare SunRoof è una tecnologia due in uno che sostituisce le soluzioni tradizionali. Non è necessario costruire prima una copertura e poi posizionare i pannelli fotovoltaici standard sulla sua superficie. Un tetto solare svolge tutte le funzioni di un tetto tradizionale: protegge e isola l’edificio e allo stesso tempo genera elettricità, massimizziamo la superficie disponibile.

Tetto solare: come funziona?

Diamo un’occhiata più da vicino alla soluzione costruttiva utilizzata. Dal punto di vista tecnologico, il tetto solare SunRoof è costituito da tre strati:

  • il primo strato è un sistema di isolamento che garantisce il 100% di impermeabilità,
  • lo strato intermedio è una sottostruttura di montaggio,
  • lo strato esterno è costituito da moduli monocristallini vetro-vetro ad alta efficienza che trasformano i raggi del sole in elettricità.

Il tetto solare SunRoof combina la funzione di una tegola e un sistema fotovoltaico standard, rendendo questa soluzione economicamente interessante. 

Il successo economico dell’intero progetto è assicurato dalle celle solari vetro-vetro con un’efficienza del 18,8% utilizzate da SunRoof, prodotte da Almaden, uno dei leader mondiali nel settore fotovoltaico. Si tratta di moderne celle monocristalline, rivestite da una nanostruttura, che garantisce la pulizia della superficie e permette alla neve di scorrere liberamente dalla superficie del tetto. L’azienda sta anche lavorando allo sviluppo di un sistema antighiaccio, che faciliterebbe lo sbrinamento del tetto in inverno.

Quanto tempo ci vuole per installare un tetto solare?

L’innovativo sistema di assemblaggio, la costruzione moderna e semplice, accorcia al massimo i tempi di costruzione del tetto SunRoof. In una casa con un tetto a falda, l’installazione può richiedere dai 3 ai 5 giorni. Nel caso di strutture più complesse, si può presumere che l’intero processo venga completato in media entro 2-3 settimane.

Quanta elettricità produrrà il nostro tetto per noi?

I tetti solari integrati sono in grado di produrre molta più energia rispetto ad un tetto con pannelli, perché massimizzano la superficie disponibile. Oggi è anche possibile gestire la produzione fotovoltaica. I clienti possono utilizzare l’applicazione SunRoof Energy disponibile su App Store e Google Play. Il software permette di monitorare non solo l’energia prodotta ma anche quella consumata e il surplus può essere accumulato in batterie domestiche o essere venduto alla rete, fornendo un’opportunità per i clienti SunRoof di generare ulteriori profitti. Ciò riduce significativamente il periodo di recupero dell’investimento per un tetto solare. Inoltre è un investimento in grado di aumentare notevolmente il valore dell’immobile. Senza contare che, grazie al nuovo Superbonus 110%, in Italia è possibile portare a zero la spesa iniziale.

Sono attualmente in corso i lavori per un sistema che ottimizzerà l’utilizzo dell’energia elettrica prodotta dai tetti solari SunRoof. Questo sistema ti dirà se è più redditizio caricare un’auto elettrica, immagazzinare energia in una batteria o vendere il surplus alla rete.

Tre volte “E”: questo è il modo più breve per descrivere le case del futuro

Case eleganti, economiche ed ecologiche non sono solo una moda o un requisito derivante dalle normative, ma sono anche un sollievo per il nostro portafoglio e l’ambiente. Una casa è un investimento molto specifico, e la tecnologia SunRoof 2in1 è lo strumento ideale per migliorare la sua reddività e il suo valore. Il prodotto ha una garanzia di 10 anni che sale a 30 anni lato prestazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui