Consegne urbane senza emissioni, i Paesi Bassi fanno sul serio

Dal 2025, almeno 30 città olandesi vieteranno veicoli diesel o a benzina per la consegna urbana delle merci. Al via una serie di accordi tra governo centrale, comuni e settore trasporti.

Consegne urbane senza emission
Foto di Valdas Miskinis da Pixabay

Come ripulire la logistica urbana, la lezione olandese

(RInnovabili.it) – Niente più fumi di scarico da camion o furgoni commerciali in città. È la presa di posizione dei Paesi Bassi intenzionati a ripulire l’aria dei propri centri urbani. Per raggiungere questo obiettivo, i comuni, le parti interessate del settore dei trasporti e il ministro dell’ambiente olandese Stientje van Veldhoven hanno firmato l’agenda per l’implementazione della logistica CO2-free. E iniziato a firmare una serie di accordi sul tema. La meta è il 2025, anno in cui le consegne urbane senza emissioni dovrebbero essere la norma nei comuni aderenti all’iniziativa.

Leggi anche Milano: logistica e consegna delle merci a zero emissioni

“Ora che stiamo trascorrendo più tempo a casa, possiamo notare il gran numero di furgoni e camion per le consegne che attraversano le città”, ha spiegato il ministro Stientje van Veldhoven lanciando il progetto. “Gli accordi che stiamo stabilendo garantiranno la sicurezza e la puntualità del rifornimento, ma senza gas di scarico ed emissioni di CO2″. Attualmente 14 comuni hanno già aderito all’iniziativa delle consegne urbane senza emissioni, ma per l’estate dovrebbero salire a 30. 

Un obiettivo chiave delle nuove intese stipulate è garantire che imprenditori e trasportatori possano continuare a svolgere il proprio lavoro. Per questo motivo sono stati definiti accordi trasparenti che si applicheranno a tutte le zone a zero emissioni, volti a rendere la transizione fattibile ed economica, anche per le piccole imprese. I consigli cittadini sono tenuti ad osservare un preavviso minimo di quattro anni quando intendono realizzare tali zone. Inoltre, nei prossimi anni, il Governo agevolerà l’acquisto o il leasing di furgoni o camion a zero emissioni. Nei giorni passati è stato finalizzato il regime di incentivi dedicati a furgoni ecologici. A partire dal 15 marzo, gli imprenditori potranno richiedere una sovvenzione fino a 5.000 euro al momento dell’acquisto o del leasing di un veicolo di questo tipo. Inoltre, nei prossimi anni verrà prestata ulteriore attenzione alle piccole imprese, per aiutarle nel percorso.

Leggi anche Dal MIT 480mln per trasporto e logistica sostenibile del Sud Italia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui