Ecco il “pinguino” che produce energia pulita dalle onde

L’italiana Saipem e la finlandese Wello OY lavoreranno insieme al primo progetto di produzione d’energia marina nelle acque della costa basca

energia pulita dalle onde
Credit: Wello OY

In fase di test il nuovo sistema galleggiante per produrre energia pulita dalle onde marine

(Rinnovabili.it) – Si chiama Penguin Wave Energy Convert (WEC) ed è la tecnologia per produrre energia pulita dalle onde oceaniche creata dalla finlandese Wello OY. Il sistema, nella sua versione più moderna ed efficiente – la WEC2 – è pronto a dar prova delle sue capacità nelle acque spagnole, dopo i primi anni di test del prototipo a largo delle isole Orcadi, nella Scozia. A sostenere il “viaggio” e la nuova dimora del “Pinguino” è l’accordo firmato tra Wello OY e la Saipem, la società specializzata in infrastrutture di ricerca e produzione idrocarburi.

Nell’ambito del Memorandum of Understanding, firmato lo scorso settembre, la multinazionale italiana si occuperà, infatti, del trasporto di WEC2 dalla yard nelle isole Orcadi, dove si trova attualmente, alla Biscay Marine Energy Platform (BiMEP), un’area delimitata in mare aperto dedicata alla ricerca e al collaudo di dispositivi galleggianti per le energie marine rinnovabili.

 

>>leggi anche Energia marina: in Italia il 1° impianto ibrido onde – fotovoltaico<<

 

I lavori comprenderanno anche l’installazione e l’ormeggio del sistema, assieme ad attività di mantenimento e monitoraggio. “Dando seguito all’accordo firmato lo scorso settembre, – ha spiegato Francesco Balestrino, Renewables and Green Technologies Business Development Manager della Divisione XSIGHT dell’azienda italiana – questa  è la prima opportunità per Saipem di realizzare un progetto nel campo delle energie marine, coerentemente con la nostra strategia di diversificazione. Si tratta di un’opportunità per dimostrare l’impegno di Saipem nel fornire ai propri clienti soluzioni sempre nuove e sostenibili. In particolare, il nostro obiettivo è l’applicazione dell’innovativa tecnologia WEC Penguin alle infrastrutture tradizionali del mercato Oil & Gas, come l’efficientamento energetico delle piattaforme offshore e l’integrazione con altre fonti rinnovabili”.

 

Penguin Wave Energy Convert è stato realizzato nell’ambito dell’iniziativa Clean Energy from Ocean Waves (CEFOW)  – finanziata dal programma Horizon 2020 dell’Unione Europea – che prevede di installare fino a tre impianti di produzione di energia pulita dalle onde entro la fine del decennio. Il sistema opera convertendo, tramite lo scafo, il movimento delle onde in rotazioni che vengono successivamente amplificate per azionare il rotore interno. Il dispositivo è dotato di conversione diretta: le onde diventano elettricità che entra direttamente nella rete. Inoltre può essere gestito da remoto e resistere a onde alte fino a 18 metri.

 

>>leggi anche Mercato dell’energia marina, l’Europa studia il futuro<<

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui