Le eccellenze dell’edilizia sostenibile vincitrici del Klimahouse Prize 2022

Fiera di Bolzano e Politecnico di Milano hanno assegnato i Klimahouse Prize 2022, i premi dedicati alle aziende più innovative ed efficienti dell’edilizia

Klimahouse-Prize-2022
credits: Klimahouse FieraMesse

Quattro categorie premiate ai Klimahouse Prize 2022, Innovation, Circle, Market Performance e Start-up

(Rinnovabili.it) – Innovazione, circolarità e capacità di evoluzione del mercato: ecco le aziende che meglio di altre hanno saputo investire nel futuro, aggiudicandosi il celebre Klimahouse Prize 2022.

Giunta alla sua diciassettesima edizione, la fiera internazionale Klimahouse anche quest’anno ha dimostrato di essere un punto di riferimento per il green building, per l’innovazione e per l’attenzione rivolta ai consumatori.

Mai come in questo mesi infatti, il caro bollette e la scarsità di materie prime, hanno messo in evidenza le carenze del settore delle costruzioni. Un comparto ancora troppo energivoro e poco attento a ridurre i consumi.

Leggi anche Alla Fiera di Bolzano porte aperte per Klimaouse 2022, la manifestazione dedicata al green building

Ma i vincitori di Klimahouse Prize 2022 mostrano la faccia ottimistica della medaglia.

La gara tra le migliori realtà dell’edilizia sostenibile è guidata dal Professor Niccolò Aste del Politecnico di Milano. Che ha assegnato i trofei alle aziende che hanno saputo distinguersi per le diverse categorie Innovation, Circle e Market Performance, e un ulteriore riconoscimento alla Startup del Future Hub.

I 4 vincitori

credits: Klimahouse FieraMesse

Per la categoria Innovation rivolta ai prodotti che hanno saputo migliorare l’innovazione tecnologica nel proprio settore di riferimento il vincitore è Schöck Bauteile GmbH con Schöck Tronsole®. Si tratta di un sistema di isolamento al rumore da calpestio con cuscinetti elastomerici inseriti nei raccordi dei giroscale.

La categoria Circle, è invece destinata ai prodotti che meglio si distinguono per l’attenzione all’economia circolare e alla sostenibilità e qualità dell’ambiente, grazie all’uso di materiali innovativi, biologici o riciclabili. Il vincitore è BIOmatCanapa by Pedone Working con CANAPAFOR green. Un mattone naturale ideale per ridurre l’energia incorporata nelle costruzioni. Composto da legno di canapa e legante aereo, presenta prestazioni termoacustiche e levate, nonostante una notevole leggerezza.

La categoria Market Performance, si rivolge ai prodotti che hanno dimostrato di poter soddisfare le esigenze di ampie fasce di utenti, otenendo grande riscontro sul mercato. Il vincitore è Clivet Spa con SPHERA EVO 2.0 EASYHYBRID, una soluzione integrata che combina pompa di calore e caldaia a condensazione ma con ingombreo ridotto. Grazie ad un algoritmo di ottimizzazione il sistema soddisfa la richiesta termica con minor spesa economica e massima efficienza.

L’ultima categoria dei premi si rivolge invece alle Start-up, ovvero quelle realtà imprenditoriali emergenti capaci di offrire soluzioni innovative. Il vincitore è Isinova con BRIX, un sistema che permette di costruire con un unico elemento sita strutture verticali che orizzontali. Le travi e i pannelli di rinforzo sono in legno microlamellare LVL di abete.

Parte integrante della Fiera è stata anche quest’anno Klimamobility, l’evento dedicato alla mobilità sostenibile. Anche in questo caso la start-up vincitrice è la torinese 2electron che ha sviluppato un software per riportare le emozioni di guida sugli electric vehicles.

Articolo precedenteI tessuti cattura CO2 potrebbero rivoluzionare l’industria del fashion
Articolo successivoTessuti fotovoltaici, ora si possono lavare e riciclare

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui